Durante il nostro primo periodo a scuola abbiamo giocato con materiali naturali e non, recuperati dalla realtà che ci circonda. Tutti questi “tesori”, non avendo una funzione specifica già definita, lasciano molto spazio ad esperimenti e ad usi non convenzionali.

Così, quando il nostro giardino ci ha “donato” delle sezioni di un albero, pigne, sassi e semi, ci si è presentata l’occasione per creare dei personaggi che animassero il nostro presepe. Con il supporto di carta, colla, cd rotti, bottiglie, stoffe e molto altro abbiamo giocato con la nostra fantasia creando simpatiche situazioni plastiche. Tanti giochi, tante prove e l’idea prende forma, ogni sezione compone il suo scorcio su una realtà lontana nel tempo, ma vicina nell’atmosfera che riviviamo ogni anno. Il nostro presepe racchiude le nostre esperienze, passioni e creatività.

La creazione del cielo per il nostro presepe ci ha dato l’opportunità di vivere un momento di interclasse fra tutti i bambini grandi della scuola che, in piccolo gruppo, hanno potuto conoscere il quadro di Van Gong “il cielo stellato”. Grazie all’uso della L.I.M., i bambini hanno potuto far l’esperienza di “entrare” nel quadro, di vedere con gli occhi dell’artista e poi di rielaborare l’opera con le proprie capacità.